Essere single ai tempi del COVID

Essere single ai tempi del COVID

Nel periodo che stiamo attraversando, tra pandemia, lockdown a intermittenza e l’obbligo del distanziamento sociale, la vita da single è stata messa duramente alla prova. Ma esistono alcuni escamotage per passare al meglio questo particolare momento in cui ci si sente isolati da tutto e da tutti.

Iniziamo dal principio..

Partiamo da noi stessi. Potrà suonare come una frase banale, trita e ritrita, ma in realtà non è poi così scontata, almeno non per tutti. La cosa più importante e migliore che possiamo fare per noi stessi è amarci, ma amarci davvero. Soprattutto in questo periodo di chiusura forzata in casa, ma non solo, è necessario ritagliarsi spazi all’interno della giornata in cui poter stare soli con se stessi, ascoltandosi e cercando di comprendere le proprie emozioni. Conoscersi e amarsi fino in fondo riuscendo ad apprezzare anche i propri difetti, infatti, è l’unico modo per stare bene con stessi e con gli altri.

Secondo step: cosa fare nella pratica?

Arriviamo al nocciolo della questione: dal momento in cui si sta bene con se stessi e si desidera instaurare nuove conoscenze, come si può fare avendo l’obbligo di stare in casa e di mantenere le dovute distanze sociali? Verrà spontaneo pensare che in realtà i cosiddetti “felicemente single”, non essendo alla ricerca di un compagno o di una compagna stabile, hanno patito e tutt’ora patiscono relativamente le conseguenze dovute alla pandemia, o almeno non tanto quanto i “tristemente single”. Beh, anche in questo caso il Covid-19 è stato parecchio democratico. Anche chi è soddisfatto della propria situazione sentimentale, infatti, può avere interesse ad incontrare nuove persone o ad intraprendere nuove frequentazioni, anche se di natura temporanea e occasionale. Il modo più semplice e più rapido è l’uso dei social network, nonché di app e siti appositamente creati con lo scopo di mettere in contatto virtualmente le persone tra loro. Ormai l’universo di piattaforme del genere è davvero vastissimo, per cui è possibile trovarne di diverse tipologie. Per prima cosa, infatti, è necessario scegliere quelli più adatti alla propria età e alla propria situazione; successivamente sarebbe meglio fare una ricerca di quelli più seri e affidabili; infine, perché diano dei frutti, è necessario adoperarli con cognizione di causa e maturità. Ovviamente nulla toglie ai single di provare a conoscere uomini e donne dal vivo, ad esempio al supermercato, in ufficio, a scuola o alla fermata dell’autobus, ma si tratta di occasioni alquanto limitate in cui le altre persone magari non sono interessate ad entrare in contatto con noi.

In conclusione..

La pandemia ha sicuramente creato diversi disagi a tutti e anche i single non sono riusciti a sottrarvisi. Ma anche in questo caso la cosa più sbagliata che si possa fare è compiangersi e chiudersi in se stessi. Bastano davvero pochi e piccoli escamotage in alcuni casi per imparare a vivere al meglio le nostre giornate da single e in altri per ritornare a farlo.